Puzzle

Come i pezzi di un puzzle disfatto cerco di ricostruire la mia vita, ma alcuni pezzi mancano, altri sono rotti e non si incastrano più.

Buone feste.

3 pensieri su “Puzzle

  1. Ciao Giulio,
    non sono finita qui per caso, ho di proposito cercato il tuo nome su google…
    perchè da un po’ di tempo sto pensando che a volte ci lasciamo dietro cose mai dette…ed è un periodo molto felice della mia vita, in cui sto riflettendo sugli errori del passato…
    anche se sei stato un compagno di banco, un po scomodo (per via delle tue lunghissime gambe!…o erano le mie ad essere cortissime???), anche se mi facevi sempre scherzi (ne sai qualcosa dell’accendino sui jeans??eh? eh? eh? 😛 ), io ti gridavo sempre dietro, una volta ti ho persino dato un colpo in testa (me ne sono pentita subito dopo…perdonami…!), ci tenevo a dirti che con senno di poi…alla fine di quella classe tu sei uno dei pochissimi che ricordo con un sorriso in viso…quello che mi raccontava della canzone di gianna nannini che se l’ascoltavi al contrario diceva qualcosa…che adesso mi sfugge…(qual era tra l’altro?), quello che adorava Battiato (e quando sono andata al concerto qua a Torino…ho pensato…cavolo a Giulio piacerebbe un casino…Battiato Gratis al Parco!)…ho letto le tue poesie, hanno un velo di malinconia…anche io ho passato, come capita a tutti, dei momenti no…ma ho imparato che a volte, quando è possibile…basta tornare un po’ indietro…e dire a qualcuno…che non lo dimenticherai…credo per certi versi di avere raggiunto uno stato di quiete assoluta…volevo solo dirti che ti ho voluto bene…sei stato un compagno un po’ matto…ma poi chi dice che la pazzia non sia la vera normalità?…spero che tu stia bene…e vedrai che il puzzle riuscirai a finirlo! 😉
    Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.